organizzazione Europan Italia

anna catasta

Presidente Europan Europe

Virginia Giandelli

architetto, presidente

lilia cannarella

architetto, membro del Consiglio Direttivo 

eliana cangelli

architetto, membro del Consiglio Direttivo 

alfio tomasello

manager, membro del consiglio direttivo

marilia vesco

architetto, segretario nazionale, coordinatore comitato scientifico italia

livio sacchi

Livio Sacchi architetto, presidente onorario e membro comitato scientifico Italia

tommaso dal bosco

Dirigente dell'Area Sviluppo urbano e territoriale - IFEL- membro Comitato Scientifico Italia

mauro saito

architetto
membro comitato scientifico Italia

Martina genovesi

revisione testi e traduzioni

norma tello

traduzioni

claudia cesario

assistente e revisore testi

La città di CUNEO

Un grazie all'Amministrazione per averci trasmesso i valori della Città, per averci raccontato la sua storia e il lavoro da compiere per lo sviluppo di questa bellissima città.

federico borgna

Sindaco

alessandro spedale

Assessore Bilancio, Cultura, Bandi Europei

Virginia Ghibaudo

Responsabile settore patrimonio

GIOVANNI PREVIGLIANO

Dirigente Settore Patrimonio, Attività di Piano, Valorizzazioni, Manifestazioni e Turismo

luciano monaco

Dirigente Settore Lavori Pubblici

luca gautero

 Dirigente Settore Ambiente e Territorio

salvatore vitale

Funzionario tecnico - Responsabile Fabbricati

elena lovera

Elena Lovera, Responsabile ufficio pianificazione urbanistica e strategica

valter martinetto

Valter Martinetto, Funzionario tecnico direttivo, Servizio Territorio

Giuria E14 Italia

(ordine alfabetico per categoria)

OPERATORI SETTORE URBANO/ARCHITETTONICO
Federica GALLONI (IT)
Direttore Generale, Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane, al Mibact (Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo).
Paola NATALICCHIO (IT)
Ex Sindaco di Molfetta, politica e giornalista
 
PROGETTO URBANO/ARCHITETTONICO

Carlos ARROYO (ES)
Architetto, urbanista, professore alla Universidad Europea de Madrid - Master in Architettura
Claudio BONICCO (IT)
Architetto, Professore di Progettazione Architettonica e Urbana alla Seconda Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, fondatore e partner di Studio74
Claudia CLEMENTE (IT)
Architetto, Phd, Ricercatore ICAR 16 presso la “Sapienza” Università di Roma -Facoltà di Architettura; Fondatore e partner dello studio Labics.
Ignacio PEDROSA (ES)
Architetto, fondatore e partner di Paredes-Pedrosa arquitectos

PERSONALITA’
Margherita GUCCIONE (IT)
Direttore del MAXXI - Museo dell’Architettura moderna e contemporanea
 
SUPPLENTI
Anna DEL MONACO (IT)
Architetto, Ricercatore all’Università di Roma “La Sapienza”, Facoltà di
Architettura Runner up E9 Reggio Emilia
Paolo IOTTI (IT)
Architetto, fondatore e partner dello Studio Iotti+Pavarani, professore alla Facoltà      di Architettura di Ferrara

federica galloni (it)

Direttore Generale, Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane, al Mibact (Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo).

Architetto ed esperta in progetto di conservazione e riuso dei beni architettonici. E’ stata Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici per il Comune di Roma e Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio. Più volte membro di Commissione per la valutazione di progetti di recupero e valorizzazione e membro del Comitato d’onore in diverse mostre. Ha partecipato a molti convegni e seminari (Tavola Rotonda sui progetti di riqualificazione urbana EXPO 2010; Progetto di pedonalizzazione del Tridente – Stati Generali di Roma; Salone della Nautica e del Mare di Roma “Prevenzione dell'erosione costiera e sviluppo del piano portuale del Lazio: un'integrazione possibile”; Consulta dei Beni Culturali; Seminario UPI “Paesaggio Tutela e Trasformazioni, i procedimenti autorizzativi”; "La valorizzazione dei beni culturali e il Federalismo Demaniale; A.u.dis. (Associazione Aree Urbane dismesse) -Risorse per Roma spa - "Il Protocollo della qualità urbana di Roma Capitale. Definire e valutare la qualità dei progetti urbani complessi”; XV Convegno Internazionale "Il futuro dei Beni Culturali tra pubblico e privato". Ha tenuto corsi e lezioni in varie Università italiane. È autore di numerosi scritti e saggi sull’arte e architettura con riferimento alle metodologie e tecniche di recupero e valorizzazione. Dal 2015 fa parte dello Steering Committee costituito a seguito del protocollo d’intesa tra MIbact e Comitato delle Fondazioni per l’Arte contemporanea.

paola natalicchio (it)

ex Sindaco di Molfetta, politica e giornalista

Giornalista e pubblicista, è stata Sindaco di Molfetta fino al 2016. Ha lavorato come autrice al programma televisivo "Fuori Roma", che è andato in onda nel 2016 su Rai 3. Dopo il dottorato di ricerca in Storia e formazione dei processi socio-culturali nell’età contemporanea, si dedica al giornalismo. 
Tra le varie esperienze si citano quelle di: capo ufficio stampa e portavoce del Ministro delle Politiche giovanili e dello sport Giovanna Melandri; redattrice presso il quotidiano l'Unità diretto da Concita de Gregorio; consulente e redattrice presso il programma di Rai Due “Il fatto del giorno” (2010) e presso alcune produzioni televisive ideate da Giovanni Minoli: “Citizen Report” e “I nuovi mille” (2011). 
Fino a gennaio 2013 è stata redattrice del quotidiano “Pubblico” diretto da Luca Telese. 
Durante l’attività Amministrativa di Molfetta ha portato avanti il progetto della rigenerazione del waterfront partendo dal concorso europan e raccogliendo in modo proficuo i risultati, per poter avviare un processo d realizzazione definito dal Masterplan sul waterfront frutto del lavoro di un workshop con i progettisti premiati di europan a Molfetta.

CARLOS ARROYO (ES)

architetto, urbanista, urban planner, professore alla Università Europea di Madrid Master in Architettura

Carlos è anche membro del comitato scientifico di Europan. Ha studio a Madrid dove dirige progetti di natura molto varia. Tra questi alcuni pongono l’accento particolare sullo sviluppo sostenibile e la ricerca di nuove forme dabitative. Gli esempi includono: il progetto di edilizia in multi-proprietà Cortijo de las Ventajas a Granada; il "Ecobarrio" a Toledo (sviluppato con Eleonora Guidotti e Manuale Pérez Romero, dopo aver vinto il premio Europan); Progetto H↔H (una ricerca condotta insieme a Eleonora Guidotti e il sociologo Virginia Godoy); è impegnato in diversi progetti per lo sviluppo di alloggi per esigenze specifiche: per i giovani, per gli anziani (con servizi condivisi), e per le famiglie allargate. I suoi progetti hanno vinto premi e riconoscimenti internazionali, come Europan (2001), premio per l'innovazione EMVS residenziale e sostenibilità (2006), e due concorsi belga Aperto Oproep (2007 e 2008). Carlos ha partecipato a numerose mostre, in particolare l'8a Biennale di Architettura di Venezia. Il suo lavoro è apparso in pubblicazioni come El Croquis (n ° 119), Bauwelt, Bau, Arquitectura, AV, circo, Fisuras, e ON diseño, così come la televisione e dei media digitali.

claudio bonicco (it)

architetto, Professore a contratto di Progettazione Architettonica e Urbana alla Seconda Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, fondatore e partner dello Studio74

PhD 2003 in Architettura e Progettazione Edilizia presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino e dal 2003 al 2012 è Professore a Contratto di Progettazione Architettonica e Urbana presso la Seconda Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.
Nel gennaio 2005 ha fondato con l’architetto Andrea Lo Papa lo STUDIO74, che opera attivamente nel campo della progettazione architettonica, dalla scala dell’interior a quella urbana.
I progetti e le realizzazioni dello studio ottengono importanti riconoscimenti nazionali e internazionali: nel 2006 e nel 2008 vincono il PAI (Premio di Architettura e Ingegneria degli Ordini Professionali di Cuneo, Savona e Imperia) nella categoria “Spazi Interni e Design”. Nel 2006 sono invitati a partecipare al concorso per la realizzazione di un edificio residenziale multipiano nel centro storico di Riga, capitale della Lettonia, vincendo il secondo premio.
Nel 2008 il lavoro di STUDIO74 è selezionato tra 500 candidature per “Rizoma”, Biennale dei Giovani Architetti Italiani. Lo studio si rivolge a un ambito internazionale e ha un approccio fortemente orientato alla multidisciplinarietà e all’attenzione nei confronti dei temi legati alla sostenibilità ambientale dei progetti. Claudio Bonicco ha inoltre partecipato ai concorsi di Europan ricevendo la Menzione Speciale per Europan 7 a Riga ed Europan 11 ad Aigle. Tra gli incarichi più recenti il progetto di un complesso scolastico ad Algeri. 

claudia clemente (it)

architetto, Phd, Ricercatore e Docente presso la “Sapienza” Università di Roma -Facoltà di Architettura

E’ stata Visiting Critic presso la Cornell University, nelle sedi di Roma e Ithaca. All’attività didattica e di ricerca ha sempre affiancato una intensa attività progettuale, nel 2002 ha fondato lo studio Labics insieme a Francesco Isidori.
Labics è uno studio di architettura e pianificazione urbana che, coniugando ricerca teorica e sperimentazione applicata, estende il proprio campo di interesse dall’interior design alla progettazione di masterplan urbani, attraversando così le differenti scale e complessità del progetto. Labics ha vinto numerosi concorsi di architettura nazionali ed internazionali, tra i quali il CDU (Complesso Didattico Universitario) in Milano (2003-2005), il MAST in Bologna (2006-2013) e la “Città del Sole” in Roma (2007-2015). Recentemente lo studio ha ricevuto la menzione d'onore per il progetto del Guggenheim Museum di Helsinki e per il Klekovaca Tourist Centre in Bosnia ed è stato selezionato tra i sei finalisti per il concorso internazionale Progetto Flaminio in Roma. Dal 2003 al 2014 Labics è stato responsabile per il design di Obicà, un progetto di ristorazione internazionale per il quale ha seguito tutte le realizzazioni nel mondo. Negli ultimi anni Labics ha ricevuto diversi premi internazionali tra cui Iconic Award, the Chicago Athenaeum, Inarch-Ance e Dedalo Minosse; nel 2015 ed è stato candidato per il Mies van der Rohe Award. Labics ha esposto il proprio lavoro in diverse mostre di architettura tra cui la 11° e 12° e 14° Biennale di Architettura di Venezia e il Festival Make City di Berlino nel 2015.

ignacio pedrosa (ES)

architetto, PhD, foundatore e partner di Paredes-Pedrosa Arquitectos (www.paredespedrosa.com)

Nel 1990 ha fondato lo studio di architettura PAREDES PEDROSA. Professore presso il Dipartimento di Progettazione Architettonica a Madrid - Facoltà di Architettura, visiting professor presso le scuole di architettura di Pamplona, ESARQ UIC a Barcellona e IUAV di Venezia e critico e docente in diverse università come Accademia di Architettura di Mendrisio, TU München, FADU Buenos Aires e Ibero en México, tra gli altri.
Premiato dal Governo spagnolo con la Medaglia d'oro Spagna Arte 2014 e la Spagna Architecture Award 2007. Altri premi: ar + d Award, Europan II e IV, Madrid Architecture Award, Premio COAM Mansilla, Premio Internazionale Medaglia d’Oro per l’Architettura Sostenibile, Sustainable Mediterranean Architecture Award, Eduardo Torroja Award per Ingegneria e Architettura, Premio europeo per i Beni architettonici AADIPA, Menzione speciale Europa Nostra, Menzione d'Onore Piranesi Prix de Rome e Selezionato Mies Van der Rohe Award e Aga Khan Architecture Award.
Tra i progetti realizzati a seguito di concorsi dove ha conquistato il primo premio, si annoverano: Municipio a Valdemaqueda, Teatro Valle Inclán di Madrid, Museo Archeologico di Almería, Centro Congressi Peñíscola, Museo della Villa Romana di Olmeda a Palencia, Biblioteca a Ceuta, Auditorium a Lugo e Biblioteca a Cordoba. Altri concorsi con classificazione al primo posto sono: Borghetto Flaminio a Roma, Museo visigoto a Mérida, Corte di Giustizia Jaén e di recente il Centro Educativo Spagnolo a Rabat.

margherita guccione (it)

Direttore del MAXXI - Museo dell’Architettura moderna e contemporanea
Architetto  e vicepresidente del Comitato tecnico-scientifico per l’arte e l’architettura contemporanee del Mibact. 

Dal 2000 è stata responsabile scientifico del Museo nazionale di architettura avviando le collezioni e curando le acquisizioni degli archivi di alcuni dei principali architetti del Novecento e di rilevanti disegni, modelli e installazioni di architetti contemporanei. Cura la programmazione delle mostre, delle attività scientifiche e degli eventi del Museo di architettura. Ha diretto il Servizio architettura contemporanea della DARC (2002-2010). Ha promosso e coordinato progetti innovativi per l’arte e l’architettura, nel programma Sensi Contemporanei e per l’attuazione del Piano per l’arte contemporanea. Ha coordinato programmi e iniziative per la qualità architettonica e la rigenerazione urbana e ha gestito e partecipato a concorsi e gare internazionali per opere di architettura contemporanea, in qualità di consulente, esperto e membro delle giurie. Ha tenuto corsi e lezioni in varie Università italiane e dal 2014 è presidente dell’Associazione nazionale archivi di architettura (AAA/ITALIA). È autore di numerosi scritti e saggi sull’architettura – dal Novecento a oggi – e su temi e problemi di museografia contemporanea.

anna del monaco (it)

Architetto, Ricercatore all’Università di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Architettura Runner up E9 Reggio Emilia
Anna DEL MONACO (IT)
Architetto, Ricercatore all’Università di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Architettura Runner up E9 Reggio Emilia
E’ Dottore di ricerca in Composizione architettonica, Teorie dell’architettura nel 2006 e Ricercatore universitario presso la Facoltà di Architettura della Sapienza dal dicembre 2008. È stata Visiting Scholar presso la Columbia University di New York (2003), presso la Tsinghua University di Beijing (2004) e selezionata per il Visiting Teaching Programme dell'Architectural Association, UK (2008). Ha pubblicato saggi e articoli sull'architettura e la metropoli contemporanea, con speciale riguardo per l'architettura urbana del subcontinente cinese e africano, sulla forma urbana e l’housing sociale. Ha pubblicato saggi su alcuni protagonisti del panorama architettonico italiano e internazionale e studi su singole opere di architettura (Modernità postantica. La palazzina Furmanik di Mario De Renzi, 2016). Ha conseguito premi in concorsi di progettazione: Europan 9, Reggio Emilia; selezionato per il Premio Giovani Accademia di S. Luca 2006. Ha collaborato con lo studio Leopoldo Rosati di New York e ha realizzato abitazioni unifamiliari in USA e in Italia. È docente di Progettazione Architettonica e Urbana presso la Facoltà di Architettura della Sapienza. Afferisce al Dipartimento di Architettura e Progetto DiAP, per il quale è responsabile di accordi internazionali con università cinesi, indiane, statunitensi, sudafricane e iraniane; è Segretario generale dell’UNESCO Chair in “Sustainable Urban Quality and Urban Culture, Notably in Africa” di cui è Chairholder Lucio Barbera.

paolo iotti (it)

architetto, fondatore e partner dello Studio Iotti+Pavarani, professore alla Facoltà di Architettura di Ferrara

E’ stato membro della giuria al concorso internazionale "Piazza d'Armi Parco Urbano" (L'Aquila - 2012) e al Premio nazionale di Architettura 2014 InARCH - ANCE. Dal 2012 è responsabile del corso di "Progettazione Architettonica III".
Nel 2001 fonda insieme a Marco Pavarani, lo studio Iotti + Pavarani Architetti, riconosciuto tra le giovani firme dell’architettura del panorama nazionale, ricevendo importanti riconoscimenti tra i quali il premio della Fondazione Renzo Piano ai migliori giovani talenti italiani in architettura nel 2011. Lo studio si distingue per la progettazione di architetture inserite in paesaggi di grande valore ambientale, basata su principi di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica. Tra questi si citano: il nuovo stadio di Siena, per 20.000 spettatori (primo premio al concorso internazionale di progettazione in due fasi, nel 2004, progetto definitivo approvato nel 2009, e primo premio al MIPIM Architectural Review Future Projects Award, categoria "Retail e tempo libero"); la Domus Technica - Centro di Alta Formazione a Reggio Emilia, (primo premio all’ InARCH-ANCE Award - categoria under 40; primo premio a "La Ceramica e il Progetto" categoria "Commerciale - Ospitalità”; terzo premio al "Workplace: qualità e innovazione" - U.S.; candidato per la Medaglia d'oro all'architettura italiana - Triennale di Milano e per la Leaf Awards 2012). Si segnalano inoltre esperienze di masterplanning e del paesaggio per grandi aree urbane: zona residenziale di Riga (Lettonia), primo premio nel concorso Europan 9 nel 2007; il masterplan per un nuovo quartiere urbano eco-sostenibile a Norimberga (Germania), primo premio Europan 10 nel 2010; lo studio di fattibilità per il Parco dello Sport a Maranello; il masterplan per un parco con concerti Arena a Reggio Emilia. Si è distinto anche nelle edizioni di Europan 8 (menzione speciale a Riga), Europan 10 (progetto segnalato a Riga), Europan 11 (progetto vincitore a Turku)